Sapevi che le stampanti del tuo ufficio collegate in rete sono a rischio?

 

Non sorprende che la stampa in ufficio rimanga ancora una tecnologia trascurata per quanto riguarda la sicurezza.

Secondo il recente studio di  IDC, il 48% degli intervistati non ha considerato le stampanti, nel valutare la sicurezza degli endpoint, rispetto all’89% che avrebbe considerato i desktop.

Purtroppo i criminali informatici sono fin troppo consapevoli di questa svista, facendo sì che le stampanti e i multifunzione all’interno di un’organizzazione vengano sfruttati, come avviene con le telecamere di sorveglianza, per ottenere informazioni private e riservate.

Secondo il rapporto, una parte del problema è dovuta alle organizzazioni che spesso non includono i requisiti di sicurezza nelle loro richieste di offerta o gare d’appalto, quando decidono di procurarsi nuovi endpoint, trascurando aree fondamentali.

Gli esperti di ricerca e innovazione in materia di protezione informatica, ritengono che i requisiti di sicurezza all’interno di un’organizzazione siano una duplice responsabilità: del cliente e del fornitore, quindi è importante farsi aiutare per capire le aree importanti che rischiano di essere trascurate.

Proteggere la riservatezza dei documenti, trattenendo i lavori di stampa su un server sicuro, solo per essere stampati dal proprietario, dopo l’autenticazione sul dispositivo di output, diventa un fattore molto importante.

Oggi la tecnologia permette di impedire al personale non autorizzato di intercettare i dati, mentre fluiscono alla stampante o quando sono archiviati su server o sui dispositivi di output. Le attuali soluzioni software presenti sul mercato permettono di crittografare i dati (vedi GDPR) per massimizzare la sicurezza. E’ possibile inoltre limitare l’accesso ai dispositivi e i privilegi dell’utente, salvaguardando i dispositivi e garantendo agli utenti l’accesso solo alle funzioni rilevanti per il loro ruolo lavorativo. Altre restrizioni possono essere fatte per copiare, stampare, inviare per e-mail, inviare fax e scansire, applicandole per utente, dispositivo di output o reparto.

Ecco cosa la tecnologia oggi rende possibile per la sicurezza informatica delle stampanti d’ufficio:

Rilascio sicuro dei documenti

  • Protezione della riservatezza dei documenti
  • I documenti vengono stampati solo quando l’utente è presente
  • Stampa riservata sui dispositivi condivisi

Crittografia dei dati

  • Prevenire l’intercettazione dei dati
  • Crittografia di livello governativo
  • Protezione dei dati su tutta la rete

Controllo di accesso

  • Salvaguardare i dati conservati sui dispositivi
  • Controllare l’accesso per utente, reparto o dispositivo
  • Prevenire potenziali abusi dei dispositivi di stampa

Monitoraggio dei dati

  • Rispettare gli standard di sicurezza del settore
  • Rilevare qualsiasi uso improprio di dati o attività non autorizzate
  • Identificare eventuali aree vulnerabili della rete