L’ALTERNATIVA AL LEASING PER IL NOLEGGIO DI BENI STRUMENTALI E ATTREZZATURE

COS’È LA LOCAZIONE OPERATIVA?

L’imprenditore che vuole noleggiare dei beni strumentali finalizzati all’attività produttiva ha come primaria preoccupazione la funzionalità operativa del bene e vuole essere sicuro di pagare solo per il valore legato all’uso.

La soluzione ideale è la locazione operativa, formula contrattuale che permette di entrare in possesso del bene necessario all’attività pagando un canone comprensivo delle spese di manutenzione, per periodi contrattuali dai 18 ai 60 mesi e di restituire al venditore il bene alla fine del periodo di locazione.

A differenza del leasing tradizionale la società finanziatrice e quella fornitrice del bene devono stabilire un accordo sulle modalità di vendita e di riacquisto del bene in oggetto.

La durata della locazione operativa va dai 18 ai 60 mesi salvo diversi accordi fra le parti. Alla conclusione del contratto le opzioni a disposizione dell’utilizzatore sono tre:

  • Restituzione del bene
  • Richiesta di proroga del contratto
  • Sostituzione del bene, previa nuova trattativa

QUALI BENI STRUMENTALI POSSONO ESSERE OGGETTO DELLA LOCAZIONE OPERATIVA?

Il noleggio operativo dei beni strumentali è stato pensato appositamente per le situazioni in cui viene meno la necessità di acquisire nel tempo il titolo di proprietà ma è più importante avere a disposizione un dispositivo informatico in buono stato d’uso e aggiornato tecnologicamente.

A CHI CONVIENE IL CONTRATTO DI LOCAZIONE OPERATIVA

I vantaggi della locazione operativo per chi acquista

  • Deducibilità dell’intero canone di leasing operativo, anche per contratti di breve durata (non esiste durata minima fiscale)
  • Impegno economico e finanziario limitato alle effettive necessità d’uso
  • Massima flessibilità del prodotto in funzione della durata del contratto, della periodicità del canone e del valore commerciale del bene al termine della locazione
  • Semplicità amministrativa, unica fattura per canone e servizi di accessori, manutenzione a costi certi
  • Riduzione al minimo del rischio ritrovarsi con un bene tecnologico non aggiornato

I vantaggi della locazione operativa per chi vende

Il fornitore del bene potrà vendere direttamente alla società finanziatrice macchinari di importi a partire dai 10.000 € e di inserire nel contratto di locazione anche i servizi di manutenzione. Grazie alla locazione operativa sarà possibile dare maggiore valore al servizio di manutenzione e di creare l’opportunità di una nuova trattativa alla fine del contratto.

 

 

TRATTAMENTO FISCALE DEL CONTRATTO DI LOCAZIONE OPERATIVA

  • Piena deducibilità Irap (non prevede «interessi passivi» in bilancio ma solo canoni per utilizzo beni di terzi)
  • Non contribuisce alla indeducibilità Ires degli interessi passivi (oltre 30% del MOL)
  • Per gli studi di settore è trattato come il leasing finanziario
  • Deduzione canoni per CASSA e non per COMPETENZA (senza «spalmare» eventuali canoni di diverso importo, peraltro meno giustificabili dal punto di vista civilistico senza un diverso regime di utilizzo, ma non impossibili)
  • Piena deducibilità del canone ai fini Ires SENZA LIMITAZIONI di durata minima (a differenza del leasing finanziario)

 

QUALI SONO I PASSAGGI DEL CONTRATTO DI LOCAZIONE OPERATIVA

  • La società fornitrice del bene e la società finanziatrice siglano una convenzione in modo da stabilire quali saranno i beni e le modalità delle future locazioni
  • La società finanziatrice acquista dal fornitore in base alle specifiche dell’ordine effettuato dall’utilizzatore
  • Il cliente utilizza il bene ed i servizi ad esso associati pagando un canone fisso comprensivo di assicurazione ed eventualmente anche del servizio di assistenza/manutenzione
  • A fine contratto la società finanziatrice fattura, per un importo prestabilito, il bene al fornitore o al terzo garante oppure il cliente continua ad utilizzare il bene a fronte di un canone di proroga concordato

Con la locazione operativa puoi:

  • evitare di anticipare e immobilizzare denaro
  • usufruire di una fornitura che includa anche l’assistenza per tutta la durata del noleggio e di un’estensione di garanzia “in sede” (la tua sede) fino alla fine del noleggio
  • usufruire della fornitura di tutti i consumabili e di tutte le parti di ricambio

Ne caso di dispositivi di stampa, il costo dei consumabili (toner, tamburi, cinghie di trasferimento, gommini di presa carta e tutto quanto subisce un’usura proporzionata all’utilizzo del dispositivo di stampa) è misurato in un formula definita “costo copia”.

I vantaggi fiscali del noleggio operativo sono notevoli: non anticipi denaro, non aumenti il capitale dell’azienda, non paghi Irap e IRAS sul valore del bene e non ti esponi a eventuali incongruenze per gli studi di settore.

Naturalmente, essendoci il coinvolgimento di un ente finanziatore, questo approccio comporta un minimo costo finanziario, ma solitamente le percentuali di capitalizzazione sono contenute e incidono di pochi euro sul canone mensile (che viene sempre proposto come onnicomprensivo).